Testo de Il cuore del re di Sara Laconi

Sara Laconi è una delle piccole protagoniste della 57° edizione dello Zecchino D'Oro, la kermesse canora per bambini più bella della televisione italiana (e forse anche del mondo).


Sara si è presentata sul palco dell'Antoniano di Bologna con Il cuore del re, una bellissima canzone scritta e arrangiata da Flavio Conforti.

La bellezza di questa trasmissione è rimasta immutata negli anni, il fatto che il vincitore sia un brano e non un bambino è davvero lodevole.

Ecco il testo de Il cuore del re di Sara Laconi:

Una strega vaga nel castello,
Guidata da una nera, tetra e buia stella,
E' pericolosa più di un coltello
Però è davvero molto bella.
Quando il re la incontra la fissa rapito,
Lei non perde certo l'occasione
E gli tocca il cuore con un dito le serve per la sua pozione
Gira, gira e rimesta, aggiunge quattro viti senza la testa
Un pettine coi denti rotti, una scarpa stretta
Poi cento salti di cavalletta
Ma qualcosa non va,
Il cuore è un pessimo ingrediente, la strega lo sa.
Perché è intelligente ed ha capito
La notte al castello il cuore era innamorato!
Il cuore del re
Il cuore del re
Il cuore del, il cuore del re!
Per centoventi corvi in calzamaglia!
Cuore, dai confessa, conta fino a tre.
La soluzione è una, non si sbaglia: devi dirmi chi ama il re.
Cara strega, cara strega piena di malizia
Fatti una pozione adesso e bevila perché:
Devi migliorare con l'arguzia: il re è innamorato di te
Ora la strega e il re sono già sposati
E che male c'è se in mezzo agli invitati
C'erano mostri alati tra cortigiani imbarazzati
Dopo il viaggio di nozze si davano la mano
Nella carrozza, la strega ha detto: "E' strano guardo il castello
E sembra che, visto in due, sia ancor più bello"
Oh oh oh
La strega oggi a corte è molto amata
Ma se provi a dirle che è poco raffinata lei urla:
"Adesso ti trasformo in un cespo d'insalata,
Sparisci, conta fino a tre!
Adesso ti trasformo in un cespo d'insalata,
Sparisci, uno due e tre!"