Un fantastico via vai diverte…e fa riflettere


Ieri sera sono andato a vedere Un fantastico via vai, il nuovo film di Leonardo Pieraccioni, che in soli quattro giorni di programmazione ha quasi raggiunto i 2 milioni di euro di incasso totale.
Quando decisi di andarlo a vedere avevo delle aspettative, dato che Pieraccioni è uno dei comici italiani che amo di più mi sarei aspettato almeno una commedia più divertente della media dei film, però non è andata così.
Infatti uscito dalla sala ho realizzatoto che ciò che avevo appena visto non era semplicemente un film comico, era molto di più.

L’attore toscano ha messo in piedi una divertente pellicola in cui attori come Giorgio Panariello, Massimo Ceccherini ed Enzo Iacchetti impreziosiscono il film con la loro ironia e i loro personaggi ben costruiti.
La caratteristica principale però è stata la capacità di far riflettere, infatti durante il film Pieraccioni invita i giovani a cogliere l’attimo, a non farsi frenare dalle paure e a credere nei propri sogni.
Così durante l’ora di mezza di proiezione i telespettatori sono stati coinvolti in un turbinio di divertimento e riflessioni che hanno reso la visione della pellicola piacevolissima, soprattutto la seconda parte in cui una concatenazione di eventi e battute non lasciano il tempo di riprendersi e respirare.
Per l’undicesima volta Leonardo Pieraccioni è stato in grado di mettere in piedi un film veramente bello, toccante, soprattutto nei titoli di coda in cui il comico canta una canzone dedicata a sua figlia Martina, avuta con la compagna Laura Torrisi.

Che se ne dica, Leonardo Pieraccioni è veramente un gioiellino del nostro cinema, i suoi film non deludono mai e in ogni nuovo lavoro aggiunge qualcosa in più e di diverso rispetto ai precedenti non stereotipizzando mai la sua comicità.

Non mi soffermo a parlare della trama o della bravura degli attori, quelle cose le potete trovare ovunque, ho voluto solamente esprimere cosa mi ha lasciato il film e consigliarvi di andarlo a vedere, veramente.